Fotovoltaico

Gli impianti solari fotovoltaici convertono l’energia solare direttamente in energia elettrica sfruttando l’ “effetto fotovoltaico”, ovvero la capacità di alcuni materiali opportunamente trattati (es. silicio) di convertire l’energia luminosa in energia elettrica.

I comuni moduli fotovoltaici sono costituiti da un certo numero di celle collegate in serie e/o in parallelo tra loro; più pannelli collegati in serie costituiscono una stringa fotovoltaica mentre più stringhe in parallelo costituiscono un campo fotovoltaico.

Per utilizzare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, può essere necessario l’impiego di un inverter o di altro convertitore in grado di trasformare la corrente continua in corrente alternata o di adattarla alle richieste dell’utenza.

Gli impianti fotovoltaici possono essere:

  • Ad isola o stand-alone: in questo caso l’energia elettrica prodotta dal sistema fotovoltaico può essere usata direttamente oppure stoccata in appositi accumulatori ed utilizzata alla necessità come, per esempio, durante la notte, nei momenti di scarso irraggiamento solare o nei picchi di richiesta. Questa tipologia impiantistica viene solitamente impiegata in tutti i casi in cui non vi sia la possibilità di connessione alla rete (es. case isolate, rifugi montani, ecc.)

Impianti connessi in rete o grid connected: l’energia elettrica prodotta può essere impiegata direttamente o, in caso di produzione superiore al consumo, immessa direttamente nella rete elettrica locale dalla quale potrà poi essere prelevata come nei normali impianti domestici.